Note: The other languages of the website are Google-translated. Back to English

Funzione DVARP di Excel

La funzione DVARP restituisce la varianza per un'intera popolazione recuperata da un campo (colonna) che corrisponde alle condizioni specificate.

Sintassi

DVARP(database, field, criteria)

argomenti

Banca Dati (Obbligatorio): l'intervallo di celle che costituisce il database. La prima riga del database dovrebbe essere costituita dalle intestazioni di colonna;
Settore (Obbligatorio): la colonna da cui recupererai la varianza. Può essere inserito come etichetta di colonna, numero di indice o riferimento di cella:
-- Etichetta della colonna: l'etichetta della colonna (intestazione della colonna) deve essere inserita tra virgolette doppie, ad esempio "Peso".
-- Indice numero (da sinistra a destra): il numero (senza virgolette) che rappresenta la posizione della colonna nel database, da cui verrà restituita la varianza del campione. Ad esempio, 1 rappresenta la prima colonna del database, 2 rappresenta la seconda colonna e così via.
-- Riferimento di cella: una cella fa riferimento al campo.
Criteri (Obbligatorio): l'intervallo di celle che contiene i criteri. La prima riga dell'intervallo di criteri dovrebbe essere costituita dalle intestazioni di colonna.
-- L'intervallo di criteri deve includere almeno un'intestazione di colonna e almeno un valore di cella sotto l'intestazione di colonna per specificare la condizione.
-- È possibile utilizzare qualsiasi intervallo per l'argomento dei criteri, ma non è consigliabile posizionare l'intervallo dei criteri sotto l'elenco del database, nel caso in cui sia necessario aggiungere più dati al database in futuro.

Commento

1. L'etichetta "campo" non fa distinzione tra maiuscole e minuscole.
2. Se il "campo" o i "criteri" vengono lasciati vuoti, allora #VALORE! viene restituito.
3. Se un'etichetta di colonna nell'intervallo di criteri non corrisponde all'etichetta di colonna nel database, un #DIV/0! valore di errore restituito.
4. Per calcolare un'intera colonna in un database, è sufficiente inserire una riga vuota sotto le etichette delle colonne nell'intervallo dei criteri.

Valore di ritorno

Restituisce un valore numerico che rappresenta la varianza.

Esempio

Come mostrato nella schermata seguente, per ottenere la varianza nella colonna Peso in base ai criteri menzionati nella tabella Criteri (G5:H6) se il database è l'intera popolazione, puoi provare la funzione DVAR per farlo.

Seleziona una cella vuota per produrre il risultato, copia o inserisci la formula sottostante e premi il tasto Invio.

=DVARP(B4:E9,4,G5:H6)

Note:

1. Nella formula, il numero 4 indica la quarta colonna del database.
2. È possibile digitare direttamente l'intestazione della colonna e racchiuderla tra virgolette.
=DVAR(B4:E9,"Weight",G5:H6)
3. Oppure usa un riferimento di cella come questo (E4 è il riferimento di cella al campo):
=DVARP(B4:E9,E4,G5:H6)
4. L'etichetta del campo non fa distinzione tra maiuscole e minuscole.

Funzioni correlate

Funzione DVAR di Excel
La funzione DVAR stima la varianza di un campione recuperato da un campo (colonna) che corrisponde alle condizioni specificate.


I migliori strumenti per la produttività in ufficio

Kutools per Excel: ti aiuta a distinguerti dalla folla

Vorresti completare il tuo lavoro quotidiano in modo rapido e perfetto? Kutools per Excel offre 300 potenti funzionalità avanzate (Combina cartelle di lavoro, somma per colore, contenuto di celle divise, converti data e così via ...) e risparmia l'80% di tempo per te.

  • Progettato per 1500 scenari di lavoro, ti aiuta a risolvere l'80% dei problemi di Excel.
  • Riduci migliaia di clic della tastiera e del mouse ogni giorno, allevia i tuoi occhi e le tue mani stanche.
  • Diventa un esperto di Excel in 3 minuti. Non è più necessario ricordare formule dolorose e codici VBA.
  • Prova gratuita illimitata di 30 giorni. Garanzia di rimborso di 60 giorni. Aggiornamento gratuito e supporto per 2 anni.
Nastro di Excel (con Kutools per Excel installato)

Scheda Office: abilita la lettura e la modifica a schede in Microsoft Office (incluso Excel)

  • Un secondo per passare da una dozzina di documenti aperti all'altra!
  • Riduci ogni giorno centinaia di clic del mouse, dì addio alla mano del mouse.
  • Aumenta la produttività del 50% durante la visualizzazione e la modifica di più documenti.
  • Porta schede efficienti in Office (incluso Excel), proprio come Chrome, Firefox e il nuovo Internet Explorer.
Screenshot di Excel (con la scheda Office installata)
Commenti (0)
Ancora nessuna valutazione. Puoi essere il primo a votare!
Non ci sono ancora commenti pubblicati qui
Lasciate i vostri commenti
Pubblicazione come ospite
×
Valuta questo post:
0   Personaggi
Posizioni suggerite